Il Santuario della Madonna

Il 22 ottobre dell’anno 1598, nello spiazzale del castello del Capo i guardiani, credettero di sentire dei rumori. Affacciatisi, con grande sorpresa videro un pellegrino che, dopo aver suonato la buccina per l’allarme contro i pirati scappa via lasciando una piccola cassetta con all’interno un minuscolo simulacro raffigurante la Madonna di straordinaria bellezza. Fra le braccia teneva il bambino Gesù, che amorosamente la contemplava in viso. I guardiani, ripresisi dallo stupore, credettero di riconoscere nel pellegrino San Cono Navacita, da loro più volte ammirato e venerato. Saputo lo straordinario fatto il prefetto di Capo d’Orlando, Antonino Piccolo, si recò a far visita alla Madonna e supplicò Maria S.S. di salvargli i figli affetti da vaiolo, i quali furono guariti. Il vescovo dell’epoca, Francesco Velardi della Conca, ordinò al conte Girolamo Joppolo di erigere una chiesa sulla sommità della collina, nel luo­go stesso designato da S. Cono in una sua apparizione successiva. In meno di un anno essa fu finita e decorata di fregi dorati, e il 22 ottobre 1600 potè accogliere la Madonna. Ogni anno, proprio in questo giorno, viene festeggiata da tutto il paese, con riti solenni, la Madonna del Monte.

Share