Fonderia Campane Trusso

La Fonderia campane “Trusso”, oggi è un museo intitolato al professore Rosario Parasiliti studioso della storia di Tortorici. Unica tra le antiche rimaste in Sicilia, costruita nell’ultimo decennio del sec. XIX, è realizzata in mattoni di argilla cotti in fornace, solidamente murati con argilla rossa, preparata accuratamente e priva di scorie. L’impianto è di forma quasi ellittica, in quanto costituita dalla camera di combustione, in siciliano “cammara du focu”, con base a forma di mezzo cerchio e volta leggermente schiacciata, e dalla camera di fusione, “u furnu”, di forma semisferica, anch’essa a volta schiacciata. U furnu e a cammara du focu comunicano tra loro per mezzo di un foro triangolare di base 60 centimetri. Il forno ha altri tre orifizi: il primo, alto sul pavimento, serviva per l’immissione del rame, lo stagno e i rottami di bronzo; il secondo, dalla parte opposta al primo e in posizione leggermente più alta, serviva come sfiatatoio; il terzo, opposto allo sfiatatoio, era il colatoio che portava il metallo fuso nel “bacile”, una cavità in argilla o terracotta esterna alla costruzione e interrata in una fossa, dove si formavano le campane. Tutto intorno al forno sono disposti gli attrezzi e gli oggetti necessari alla preparazione e alla finitura delle campane. Si puo' visitare la fonderia dal lunedi' al venerdi' dalle ore 9.30 alle ore 12.30; nei pomeriggi e nei giorni di sabatoe festivi, contattando i numeri telefonici 0941/4231209 - 0941/421692 - 328 6590199.

Share